MAFIA & COMPLICI " Cosca dei Pidocchi " - OPERAZIONE MARNA Denunce antiracket, 11 fermi
MAFIA & COMPLICI " Cosca dei Pidocchi "

OPERAZIONE MARNA Denunce antiracket, 11 fermi

 

 

 

OPERAZIONE MARNA Denunce antiracket, 11 fermi

 

Ecco i nomi dei fermati dalla Squadra mobile di Agrigento su disposizione della Dda nell'ambito dell'operazione "Marna" (nella foto le 11 persone arrestate) che vede tra gli indagati anche il sindaco di Siculiana, Giuseppe Sinaguglia dei Ds assieme al comandante dei vigili urbani del comune di Siculiana, Callea.
Gli arrestati sono: Calogero Bruno di 31 anni di Siculiana, Pasquale Di Salvo 52 anni di Siculiana, Bruno Doria di 36 anni, incensurato di Siculiana, Francesco Gucciardo, 33 anni di Siculiana, consigliere comunale, Calogero Iacono di 32 anni di Agrigento, Giuseppe Iacono, 37 anni di Realmonte, Carmelo Infantino 31 anni di Agrigento, Vincenzo Mangiapane, 52 anni di Cammarata, Giovanni Putrone, 56 anni di Porto Empedocle e Roberto Renna, 29 anni di Agrigento. Tutti sono ritenuti responsabili del reato di associazioni di tipo mafioso armata ed estorsioni poste in essere dal 1998 al 2007.
 
 
Gaetano Ravanà
 

 

OPERAZIONE  MARNA VIDEO

Su You Tube

 

http://www.youtube.com/v/SaxlhcG9TD8&rel=1"

 

                          

( Angelo Ruoppolo )          ( Bestiacane )

 

 

AGRIGENTO - Gli imprenditori confermano di pagare il pizzo alla mafia e gli esattori finiscono in carcere. Accade nell'agrigentino dove le cosche mafiose gestivano il racket, che in alcuni casi era favorito anche da politici locali del centrosinistra. A svelare i retroscena delle estorsioni sono stati alcuni collaboratori di giustizia che hanno indicato ai magistrati gli imprenditori che hanno pagato il pizzo e le modalità con le quali i boss si muovevano sul territorio.

Procuratore capo di Palermo, Francesco Messineo e alcuni dirigenti della squadra mobile di Agrigento.

 


Il capo della Squadra mobile, Salvatore Montemagno


L'inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Palermo ha portato ad individuare 11 persone accusate di associazione mafiosa ed estorsione, ed ha fatto emergere che anche il presidente provinciale di Confindustria, Giuseppe Catanzaro, era vittima del pizzo. L'imprenditore, sentito dagli investigatori della Squadra mobile, ha confermato di essersi piegato all'imposizione di Cosa nostra, pagando una tangente di 75 mila euro per la protezione del proprio cantiere.

E come Catanzaro, anche altri quattro imprenditori del settore dei rifiuti e dell'edilizia, hanno confermato di aver pagato. Due di loro, nel 2002, in un'altra inchiesta sempre sul pizzo, erano stato individuati dagli inquirenti come vittime del racket, ma durante gli interrogatori avevano negato ed erano stati così condannati per favoreggiamento alla mafia. Adesso hanno cambiato idea, decidendo di collaborare con la magistratura.



Del pizzo imposto al presidente della Confindustria di Agrigento, Giuseppe Catanzaro, che insieme al fratello Lorenzo, gestiva la discarica di Siculiana, aveva parlato il collaboratore di giustizia Maurizio Di Gati. Secondo il racconto del pentito, confermato dai due imprenditori, i fratelli Catanzaro sarebbero stati costretti a pagare una maxitangente di 75 mila euro, versata in tre rate, a un insospettabile fiancheggiatore della cosca, l'agrigentino Carmelo Infantino, 31 anni, anche lui finito in carcere.

Fra le 11 persone arrestate dagli agenti della Squadra mobile di Agrigento vi sono imprenditori, pregiudicati, ma anche un politico, Francesco Gucciardo, 33 anni, consigliere comunale del centrosinistra a Siculiana. È accusato di avere fatto parte della scorta armata con la quale si muove nel territorio il boss latitante Gerlandino Messina. Nell'inchiesta sono indagati anche il sindaco di Siculiana Giuseppe Sinaguglia, del centrosinistra, e il comandante dei vigili urbani Giuseppe Callea, accusati di concorso esterno in associazione mafiosa. Gli inquirenti, in base agli elementi raccolti, ritengono che alcuni provvedimenti amministrativi siano stati adottati per spingere i fratelli Catanzaro a pagare la tangente agli esponenti mafiosi.

Il procuratore di Palermo, Francesco Messineo invita gli imprenditori a denunciare. "Fino adesso - dice - abbiamo registrato la mancanza di collaborazione degli imprenditori e commercianti vittime del pizzo. La lotta alle estorsioni la devono fare indubbiamente la magistratura e le forze dell'ordine, ma non la possono vincere da soli. Non possiamo proteggere coloro che non vogliono essere protetti o non chiedono di essere protetti".

29/10/2007

 

 

 

Yves LaRock  ( Angelikus )- Rise Up

 

 

 

 

ERRORE

CORREZIONI 

 

 

 

Riguardo al pentito U TUPPAGLIU o NANU dobbiamo correggere quanto pubblicato in precedenza da un’articolo estrapolato dal giornale di Sicilia e pubblicato anche su questo sito sulle affermazioni che il Vaccaro Giuseppe classe 1968 riferiva che fu Francesco Leto a presentarlo al Fragapane Salvatore ( Errore ).

A presentarlo alla Cosca di Salvatore Fragapane fu Sacco Agostino meglio conosciuto come U GIARNUSU o SACCHINARU  che circa un’anno fa decise d’impiccarsi o qualcuno ha deciso per lui, anche questo elemento inutile alla società era un verme indegno e incivile.

Ma Francesco Leto come ha riferito il pentito Vaccaro ( U TUPPAGLIU ) era capo mafia agli inizi degli anni 90.

 

 

06:40 PM - Monday 29 October 2007 - Invia un commento

CAPO MAFIA

CAPO MAFIA
Mi viene da ridere se penso propio che persone come
Giuseppe Salvatore Vaccaro,Mongiovi Pietro,Di Raimondo Vincenzo e Sacco Agostino erano considerati Capi Mafia e contavano qualcosa giu in paese...
Mi ricordo ancora oggi alcuni particolari di loro di quando vivevo giu in paese,certe di loro cambiavano persino strada quando mi incontravano e certe non avevano neanche il coraggio di guardarmi ,Alcuni di loro invece si sentivano offessi se uno non gli andava a salutare....
Comunque oggi ho letto su GDS l´articolo riguardando a Salvatore giuseppe vaccaro "U NANU" e mi fa veramente piacere che sta cantato come se fosse a San Remo l´unico particolare che non capisco e che ha fatto il nome di Francesco Leto,Papa del nostro Sindaco attuale Giuseppe Leto e che dice che era Capo Mafia al inizio dei anni 90.
Adesso mi chiedo come fa una persona come a Francesco Leto di essere stato Capo Mafia nei anni 90 e adesso non piu e di vivere una vita tranquilla e serena?
Non so propio, Io mi sono visto fino a oggi almeno un 100 di documentarie e film di mafia che sono basate sempre su storie vere é non ho visto mai che uno che giura per la famiglia "COSA NOSTRA"STIDDA"
CAMORRA" A DRANGHETTA e LA SACRA CORONA UNITA e tanti altre che ancora c´e ne sono non ho sentito mai che un Capo o un Mafioso si puo permettere di fare marcia indietro.......
VOI CHE NE PENSATE?

Voglio dare un consiglio particolare ai giovani che vivono giu nei piccoli paesetti come S`angelo Muxaro ed intorni" non prendete una brutta strada ,non fatevi coinvolgere di gente farsa che pensate che sono amici e invece alla fine sono i veri nemici "andatevene di giu se avete la possibilita...
Ogni posto e megli dalla Sicilia

L'ARTICOLO SOPRA "RESPONSABILE"LO PUBBLICATO PURE IO

UN CALOROSO ABBRACCIO DI UN AMICO CHE VI PENSA SEMPRE
CAMPIONE DEL MONDO 2006

Anonymous - 09:18 AM - Tuesday 30 October 2007 - Edit - Delete

RESPONSABILI

"RESPONSABILI"
Non so propio dove devo iniziare perché e vero triste che ho vissuto tanti di questi anni in un paese che credevo che la gente si rispettava e si voleva bene...
Tutti mi sembravano di essere amici e parenti con tanta gioia e voglia di aiutare il prossimo.....
Purtroppo il mio amore per questo paese si e spento il 03/11/1999 il giorno che ho ricevuto una bruttissima notizia che mi ha scosso completamente,ho avuto bisogno di pensare per realizzare se tutto questo sia vero o un brutto sogno.
Ma Purtroppo non mi hanno dato neanche il tempo di realizzare se fosse vero o no
Perchè il 05/02/2000 l’altra bruttissima notizia mi ha raggiunto in fretta......
Oggi come oggi mi rende schifo di essere un Santangelese,di fare parte di una comunità che ha permesso l’omicidio di due persone ONESTE:
"FRATELLI VACCARO NOTTE"
Certe volte mi chiedo e successo il primo delitto il secondo non si poteva evitare?????
Si forse si poteva chi lo sa????
Queste domande forse si devono chiedere alle persone che il giorno dei fatti hanno visto o sentito qualcosa e non hanno detto niente alla Giustizia,
chi sa perchè non hanno detto niente alla giustizia o ai loro familiari?Forse perchè avevano visto un amico quel giorno o magari un parente che era il traditore dei "FRATELLI VACCARO NOTTE"
Oggi in parte la Verità la sappiamo Tutti,tranne Qualcuno o Qualcuna che fà finta di non sapere o non sentire .....

Non capisco fino a oggi come queste persone fanno a vivere senza un rimorso di coscienza.

Anonymous - 09:28 AM - Tuesday 30 October 2007 - Edit - Delete

stranezze

ciao Angelo,
vorrei chiederti una cosa se come dice il pentito "nanu" Francesco Leto è stato capo mafia come mai è in libertà?
siamo sicuri che dice la verità!?!?!

Anonymous - 11:38 AM - Tuesday 30 October 2007 - Edit - Delete

:::::::::DOMANDA:::::::::

Forse la domanda e sbagliata .....
bisognerebbe chiedere se era capo Mafia di S´angelo Muxaro o lo e ancora?

Campione del Mondo 2006 - 02:04 PM - Tuesday 30 October 2007 - Edit - Delete

Commento senza titolo

Ciao Angelo, grazie e dico grazie per aver portato avantiquesta brutta vicenta e spero che non ti fermerai qui a di tirare di mezzo tutta la sporcizia che c'é al paese come questi animali che sono rinchiusi nei carceri. Sono sicuro che al paese non ci sono solo persone cattive come dice qualcuno, quindi non bisogna fare dell'erba tutto un fascio.Comunque ti abbraccio e ti ammiro,ciao.

Anonymous - 02:51 PM - Tuesday 30 October 2007 - Edit - Delete

Amici miei

Io naturalmente quello che dice il “ NANU “ se voi leggete attentamente alcune mie valutazioni su questa larva inutile, feccia umana vi renderete conto del valore che io do a questo PIDOCCHIO, non saremo noi a valutare e a dare giudizi su altri, ma ci sono le autorità che stanno lavorando e pertanto aspettiamo ulteriori sviluppi, se qualcuno era o è …….vedremo.


Questa brutta vicenda sta evolvendo a buon fine, mi auguro anzi vi auguro dopo la bonifica del territorio che siate voi stessi a non dare spazio a certi vermi camuffati da pidocchi a mortificarvi come lo hanno fatto negli ultimi decenni…..
Naturalmente tutta la sporcizia o munnizza che ha complottato nei confronti della mia famiglia caro amico stanne tranquillo che farò anche l’impossibile per farli marcire in carcere, perché l’unica abitazione decente per loro è la galera o la fogna.
Io non faccio di tutta l’erba un fascio perché a Sant’Angelo gente per bene ce n’è tanta, ma sono bastati quei pochi Pidocchi per contagiare una buona fetta della popolazione locale.

Ti ringrazio per l’ammirazione
Angelo

Angelikus - 07:24 PM - Tuesday 30 October 2007 - Edit - Delete

MEMORIA

Le date del 3 novembre del 1999 e del 5 febbraio del 2000 rimarranno in vita natural durante in memoria di quanti fecero ciò che non doveva essere fatto, i fratelli VACCARO NOTTE faranno parte della storia di Sant’Angelo Muxaro.

Anche se Sant’Angelo sino ad oggi è stato un paese che non ha memoria, un paese fantasma, un paese muto e un paese complice della mafia.
Naturalmente ai documentari televisivi non do tanta importanza…….però faccio le mie valutazioni.
La vita umana è ben diversa ( non è un film )
Tante cose si potevano evitare o si possono evitare nella vita, il tutto è affidato alla coscienza c’è chi ce l’ha e ce chi ne è privo.

Cordiali Saluti
Angelo

Angelikus - 07:45 PM - Tuesday 30 October 2007 - Edit - Delete

Vincenzo Vaccaro Notte

Rimarrai per sempre nei nostri cuori.

Anonymous - 01:10 PM - Saturday 3 November 2007 - Edit - Delete

ciao

un bel colpo l'arresto di LoPiccolo!Forza Siclia fai pulizia!!! Angelo spero che la seconda parte della tua vita possa essere più serena e tranquilla, grazie alla fede e all'aiuto dei tuoi cari puoi farcela.La Sicilia cambierà con il lavoro e con gente come Giuseppe Tormatore, Andrea Cammilleri, don Ciotti e l'eroe Peppino Impastato,ecc.le forze dell'ordine fanno la loro parte


ma la gente deve cambiare mentalità. La Sicilia è troppo bella per lasvciarla in mano ai mafiosi.


un saluto da Camicos.

Anonymous - 11:22 PM - Monday 5 November 2007 - Edit - Delete

Bonifica del territorio

Carissimo/a

Ottimo colpo dell’istituzione, l’operazione bonifica del territorio siciliano sta prendendo la giusta via, speriamo in tempi migliori di una totale pulizia anzi pardon una disinfestazione di questi parassiti….che la Sicilia torni ad essere libera da queste piaghe che da secoli hanno mortificato i siciliani onesti.
Grazie a Dio la seconda parte della mia vita è serena, sarà tranquilla quando vedrò marcire sino all’ultimo Pidocchio che ha complottato nei confronti della mia famiglia….anche questa fase si sta avviando al termine.
Kamikos naturalmente anche se io sono lontano è sempre nel mio cuore, fammi sapere come sta Parsifae e tienimi informato sugli sviluppi non mitologici ma storici.

Con grande affetto

Angelo

Angelikus - 10:21 PM - Tuesday 6 November 2007 - Edit - Delete

 

 

Processo SICANIA cosche di S.Angelo e S.Elisabetta “ Ecco chi ha ucciso i fratelli

Vaccaro Notte “

 

 

 

                                                         U  TUPPAGLIU - NANU

 

Ha parlato il PENTITO di Sant’Angelo Muxaro Giuseppe Salvatore Vaccaro , meglio conosciuto come “ U TUPPAGLIU “ o “ NANU “  nell’aula bunker del carcere di contrada Petrusa.

E’ stato sentito come testimone  della pubblica accusa  nello stralcio ordinario del processo scaturito dall’inchiesta antimafia “ SICANIA “ , sulle famiglie di Sant’Angelo Muxaro e S.Elisabetta che si sta celebrando davanti al collegio penale di Agrigento presieduto da Antonina Sabatino .

Imputati Stefano,Vincenzo,Francesco e Giuseppe Fragapane (quest’ultimo latitante ),accusati di associazione mafiosa ad esclusione di Stefano che risponde di illecita concorrenza  mediante l’uso della violenza .

Nel registro degli imputati figurano anche Alfonso Milioto ( IMMIRUTU ) e Stefano La Porta .

Il pentito Vaccaro classe 1968 nell’ambito della medesima inchiesta è stato già condannato a 30 anni Con il rito abbreviato .

La sentenza nei suoi confronti emessa dal gup di Palermo Sergio Zino circa tre mesi fa , aveva segnato un’importante svolta sul caso riguardante il duplice omicidio dei fratelli Vincenzo e Salvatore Vaccaro Notte  di Sant’Angelo Muxaro , titolari di un’agenzia di pompe funebri che respinsero le intimidazioni di cosa nostra “ COSCA DEI PIDOCCHI “ .

Il pentito ha raccontato le fasi salienti della sua affiliazione collocata agli inizi degli anni novanta.

Secondo la ricostruzione del pentito fu l’allora capo mafia di San’Angelo Muxaro  Francesco Leto a presentarlo a Salvatore Fragapane . “Nella masseria di S.Elisabetta ,racconta il Vaccaro c’era cosi tanta gente da sembrare uno studio medico “.

Il capo della masseria era proprio Salvatore Fragapane  al quale secondo il racconto  di Vaccaro ,sarebbero succeduti Leonardo Fragapane e Giuseppe Fanara  come “ Capi Provincia “ .

Dopo l’arresto di Fanara  toccò a Stefano Fragapane  assumere il controllo, “ma soltanto come capo della famiglia di S.Elisabetta ,nel ristretto circondario in cui ricadeva anche Sant’Angelo Muxaro “.

Giuseppe Vaccaro ha infine detto di aver commesso ,insieme a Stefano Fragapane ,l’omicidio di Vincenzo Vaccaro Notte .

E ha aggiunto di avere ucciso anche Salvatore Vaccaro Notte con la complicità di Pietro Mongiovì ( SPATARU) ed Agostino Sacco ( U GIARNUSU ) :

Il collegio difensivo è composto da gli avvocati Gaziano,Pennica ,Quattrocchi e Priola,il 30 ottobre sarà sentito il pentito Maurizio Di Gati.

 

Andrea Cassaro

 

07:33 PM - Saturday 27 October 2007 - Invia un commento

Commento senza titolo

stiamo scoprendo tanta gente onesta a san.MUXARO complimenti ANGELO

Anonymous - 07:45 PM - Sunday 28 October 2007 - Edit - Delete

Tummareddu

IL PENTITO VACCARO , CREDO CHE SPARLI...LUNICA COSA CHE PUO' DIRE CHE E' UN GRANDISSIMO ( KORNUTO ) E' STATO UN SCASSAPAGLIARU.........AFFUCATI BESTIA SAREBBE LA MIGLIORE COSA CHE POTRESTI FARE VIGLIACCO BASTARDO.

Anonymous - 12:35 AM - Monday 29 October 2007 - Edit - Delete

Commento senza titolo

Io lo pensavo ,avevo un sospetto in effetti si vedevano , tante faccie da minchia sia s.angelo che a santa elisabetta ...forse e meglio non andarci più nemmeno in vacanza.....si e meglio andiamo nei paesi civili ,almeno non si corre questo pericolo di avere a che fare con dei animali primitivi.
Dimenticavo complimenti al sito.
A.C

Anonymous - 01:00 AM - Monday 29 October 2007 - Edit - Delete

NANO pentito

Sarà l'effetto delle corna......oppure il carcere ...non raccontare balle......IMPICCATI ,saresti un risparmio energetico
r.s

Anonymous - 12:18 PM - Monday 29 October 2007 - Edit - Delete

Congratulation

Congratulation

Ho letto l’articolo del PENTITO u tuppagliu o nano , ammette che a presentarlo a cosa nostra fù
Un certo Francesco Leto “capo mafia” di allora .
Siccome io mi trovo all’estero e non ricordo bene perché sono tanti anni che manco da S.Angelo,questo Francesco Leto non è il Papà dell’attuale SINDACO di S.Angelo?
Certo che è davvero un paese di MERDA.

Sal.

Anonymous - 12:35 PM - Monday 29 October 2007 - Edit - Delete

Meravigliarsi....

Non bisogna meravigliarsi più di tanto.
Vi ricordate il primo membro cittadino Giuseppe Tirrito che dopo gli omicidi dei mie fratelli rilasciò un’intervista che era da ricovero ospedaliero ??
Dove riferiva che Sant’Angelo Muxaro era un paese tranquillo un’isola felice e che non c’erano amministrazioni corrotte e la mafia non esisteva.
Invece la fogna o feccia o mafia o cosca dei pidocchi brulicava pubblicamente, ma la miopia di quel membro pardon primo membro affermava che il paese era sereno.
Certo che vivere sotto un’amministrazione di un sindaco pagliaccio e bugiardo è da SCHIFO!!!!!!!
Ci auguriamo che al più presto si faccia luce degli anni in cui questo primo membro ha amministrato con fasullità un paese che da decenni convive con cosche e MUNNIZZA .

Angelo

Angelikus - 04:56 PM - Monday 29 October 2007 - Edit - Delete

SENZA PALLE MA CON LE CORNA

Che u Nanu e bravo a partecipare a San Remo lo so gia ma si deve presentare con una Testo piu reale..
perche nel ultima canzone che ha cantato ha presentato solo se stesso e altri due bastardi come Lui e il resto della Banda musicale dov´ é??????
Perche tre Vermi come loro non erano capace di fare una canzone cosi grande,non questi TRE.
Un ladro di autoradio"Giuseppe Vaccaro"
Un umbriacone "Pietro Mongiovi"
E un Pedofolo "Agostino Sacco"

CAMPIONE DEL MONDO 2006

Anonymous - 06:40 AM - Friday 2 November 2007 - Edit - Delete

Commento senza titolo

sono una persona che si trova allestero e prima credevo che SACCO AGOSTINO fosse una brava persona ma adesso sono disgustata dal sapere che era un maniaco e un assassino
VERGOGNA

Anonymous - 10:53 AM - Sunday 4 November 2007 - Edit - Delete

impiccatevi

Agostino Sacco!!!
Ma non è quel verme che con il consenso della moglie adottò una ragazza rumena per fare i suoi porci comodi???
Che minacciava e ricattava quella povera creatura che lo doveva accontentare oppure subiva delle punizioni.
In realtà era un uomo senza coglioni, fasullo, perverso, altro che capo mafia, credo che anche la moglie era complice dei vizi perversi e incivili del marito.
Pidocchi fatela finita…impiccatevi come ha fatto agostino sacco.

Un amico / Bedford (GB)

Anonymous - 06:55 PM - Sunday 4 November 2007 - Edit - Delete

Un Vero Bastardo

da noi in sicilia questo genere di persone si chiamano " nudru amiscati cu nenti "
complimenti al sito

Anonymous - 01:02 AM - Wednesday 14 November 2007 - Edit - Delete

Commento senza titolo

Vaccaro è stato il primo penito della storia a beccarsi trent'anni,complimenti.Anche gli inquirenti,a quanto pare, lo hanno definito una mezza cartuccia,o,per dirla come l'autore di questo sito,una"lampa da cinque".Credo che il nuovo anno,comunque,ci portera' tante altre belle sorprese,lasciamo fare al dott.De Robbio,degnissimo discepolo della grande Annamaria Palma,che ringrazio a nome di tutti i siciliani onesti.

Anonymous - 11:30 AM - Saturday 19 January 2008 - Edit - Delete

Commento senza titolo

Pino Bruno,Cino Di Raimondo,Agostino Sacco,Pietro Mongiovi';tutti deceduti nel giro di pochissimi anni.Allora è vero che "li gastimi jicanu".Complimenti Angelo.

Anonymous - 11:45 AM - Saturday 19 January 2008 - Edit - Delete

U NANU

Se si è beccato trent’anni il nano vuol dire che è una lampa da 5 come realmente l’avevo definito io…credo anch’io che il nuovo anno ci porterà tante altre sorprese.
Il dottor De Robbio è davvero uno dei migliori pm della dda di Palermo degnissimo discepolo della dottoressa Annamaria Palma che stimo con grande ammirazione per il lavoro che hanno svolto per la bonifica di tanta feccia che infestava da decenni l’hinterland Agrigentino.
Penso che il dottor De Robbio con le qualità che ha maturato in questi anni diventerà un sant’apostolo dell’antimafia siciliana naturalmente i siciliani onesti ringraziano…..

Riguardo a Bruno Di Raimondo Sacco e Mongiovì tutti deceduti col buon augurio delle grazie concesse da Sant’Angelikus nel giro di pochi anni.
Come dici te a parte che li gastimi jicanu più che altro io gli ho dato dei buoni consigli e loro li hanno accettatati, spero e auguro ad altri pidocchi facente parte della “Cosca dei pidocchi” che seguano questo mio saggio consiglio….ti dirò che ci sono dei buoni risultati più di qualcuno si sta già incamminando nella giusta via e credo che tu dovresti essere ben informato/a.

Sant’Angelikus sta lavorando per accelerare l’iter burocratico….
Spero naturalmente che il mio impegno per la bonifica sia anche di tuo gradimento.
Cordiali Saluti
Angelo

Angelikus - 11:28 PM - Saturday 26 January 2008 - Edit - Delete

 

NON TROVANO RISCONTRO LE DICHIARAZIONI DEL

PENTITO LUIGI PUTRONE

 

Campofranco, discarica senza cadaveri

 

 

IL PENTITO LUIGI PUTRONE

 

Senza esito una nuova campagna di scavi. Non si tratta però di ricerche nel campo archeologico,

ma delle altrettanto difficili e certamente più inquietanti perlustrazioni

in quello che, secondo il pentito empedoclino Luigi Putrone e altri, sarebbe un cimitero

di mafia. Posto al confine con la provincia di Caltanissetta, a Campofranco, il terreno, con gli

anni, è stato trasformato in una discarica di ogni tipo d’inerte. Tutto ciò ha reso negli ultimi

mesi ancor più inprobo il lavoro coordinato dai carabinieri di Agrigento.

Nonostante abbiano scavato fino a 6 metri di profondità, nessun elemento rilevante

è stato rinvenuto. Solo qualche carcassa di auto e tanta, tanta spazzatura. Nessun cadavere

o resti di essi che, secondo le dichiarazione dei nuovi collaboratori di giustizia o

pentiti, sarebbero stati inumati nel sottosuolo delle campagne di Campofranco durante

gli anni della sanguinosa e inarrestabile guerra tra famiglie mafiose.

Almeno tre campagne di scavo, con l’ultima effettuata alcune settimane fa, non hanno

permesso dunque di dare conferma alle affermazioni fatte da uno tra i più «informati

» collaboratori di giustizia: Luigi Putrone, ritenuto capace di fornire dettagli precisi

perché alcuni tra i morti che giacerebbero nelle zone teatro delle ricerche sarebbero

caduti per mano sua o avrebbe pensato proprio lui a dare loro una «degna» sepoltura.

La vicenda assume ulteriore e particolare rilevanza pensando a una eventuale e aggghiacciante

opera di eliminazione perfino dei cadaveri, messa in atto da chi avrebbe

l’intenzione di screditare pentiti del calibro di Putrone al cospetto dei magistrati che ne

raccolgono le testimonianze. Adesso non resta che attendere se, dalla

Procura della Repubblica, si reputi ancora necessario ripartire con altri scavi nella stessa

zona, o altrove.

IL PENTITO LUIGI PUTRONE

 

 F.D.M.

06:16 PM - Saturday 27 October 2007 - Invia un commento

 

11:55 AM - Jul. 26, 2008 - Invia un commento

Mafia, 2 secoli di carcere per 20 imputati

 


 

 


PALERMO - I giudici della IV sezione del Tribunale di Palermo hanno condannato complessivamente a 2 secoli di carcere 20 tra capimafia ed affiliati alla cosca di Partinico, accusati a vario titolo di associazione mafiosa ed estorsione. Tra gli imputati c'erano diversi esponenti del clan Vitale, storici reggenti del mandamento.

Oltre ai fratelli Leonardo, Vito, Antonina e Michele Vitale, condannati rispettivamente a 15, 12, 7 e 10 anni di reclusione, sotto processo sono finiti il figlio ed il genero di Leonardo, Giovanni Vitale, a cui i giudici hanno inflitto 9 anni e sei mesi e Nicola Lombardo, condannato a 17 anni di reclusione. Assolti invece Gaspare D'Orio, Diego Cusumano, Benedetto Valenza, Giovanni Timpa, Giuseppe Cuccia, Salvatore Bagliesi e Luigi Garofano.


Il dibattimento, celebrato col rito ordinario, nasce da due operazioni antimafia condotte, tra il 2004 e il 2005, dai carabinieri e dal Gico della guardia di finanza. Il processo è cominciato a febbraio del 2006 davanti alla quarta sezione del tribunale presieduta da Anna Fazio.

I giudici hanno anche condannato gli imputati a risarcire i danni alle tre parti civili: il comune di Partinico, la Confcommercio e Sos Impresa, queste ultime assistite dagli avvocati Fabio Lanfranca e Fausto Amato.

Al termine della lettura del dispositivo il tribunale ha emesso una nuova ordinanza di custodia cautelare a carico di uno degli imputati condannati Giuseppe Giambrone, nel frattempo scarcerato.

Le pene più alte sono state inflitte a Filippo Riccobono (20 anni), Antonino Primavera (17 anni) e Francesco Rappa (12). Dieci anni la pena decisa per Alessandro Brigati e Michele Vitale; nove per Francesco Nania e Giuseppe Giambrone; otto per Nunzio Cassarà, Giovanni Intravaia, e Antonino La Fata; sette per Ottavio Lo Cricchio, Maurizio Palazzolo, Salvatore Corrao e Salvatore Toia.


27/10/2007

 

06:05 PM - Saturday 27 October 2007 -

Last Page Next Page

Descrizione
Questa “sporcizia” a sempre usufruito dell’appoggio delle amministrazione , a preparato a tavolino l’assassinio dei miei fratelli e quello mio , ma grazie a “DIO” e i miei cani che sono stati i miei “Angeli Custodi “ sono in vita ….. gestivano appalti , droga ,omicidi , estorsioni , intimidazioni , furti e tanto altro che verrà prossimamente alla luce….ma ne manca ancora “sporcizia” all’appello , aspettiamo ulteriori sviluppi…..tutti vedevano , tutti sapevano , tutti sanno .

«  April 2017  »
MonTueWedThuFriSatSun
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Home
Il mio profilo
Archivi
Amici
Album fotografico
MAFIA & COMPLICI " COSCA DEI PIDOCCHI "
MAFIA FOTO & VIDEO
liliumjoker-liliumjoker Feed XML offerto da BlogItalia.it



Contenuti recenti
- Sant’Angelo Muxaro su FACEBOOK
- SENTENZA SICANIA Da 83 a 32 anni!!!!!
- Suicida in carcere boss fermato ieri in maxi operazione "Perseo"
- Mafia, 100 fermi tra Sicilia e Toscana contro nuova "Cupola"
- La factory del dissenso Che cosa resterà.
- NDrangheta Arrestato il latitante Giuseppe De Stefano
- MAFIA GLI AFFARI DEI BOSS NEL TRAPANESE, ARRESTI E SEQUESTRI
- NDrangheta Omicidio Fortugno, pm chiedono 4 ergastoli
- "Italiaoggi" boccia il Sud ed Agrigento
- Mafia, arrestati 5 imprenditori "vicini" a Falsone
- Mafia: imprenditore anti racket indagato per riciclaggio
- Blitz antimafia a Catania
- MAFIA NEWS
- 'Ndrangheta, 24 fermi a Crotone. Perquisiti politici ed imprenditori
- SENTENZA SICANIA
- 'Ndrangheta, preso in Olanda Giuseppe Nirta
- Riina Jr trova lavoro al nord
- Mafia, si pente il boss Spadaro, è il settimo in un anno
- Casalesi, arrestato il figlio del boss Francesco Bidognetti
- Intervista ad Angelo Vaccaro Notte
- PROCESSO SICANIA CHESTE CONDANNE PER 83 ANNI DI CARCERE
- MAFIA NEWS
- Mafia e politica ad Alcamo, undici arresti
- PROCESSO SICANIA VERSO LA SENTENZA
- MAFIA NOTIZIE NEWS OTTOBRE 2008
- UN MESE DI CRONACA SETTEMBRE 2008 NEWS MAFIA NOTIZIE
- 'Ndrangheta, rimpatriato dal Canada boss Giuseppe Coluccio
- ARRESTO DEL LATITANTE PATRIZIO BOSTI
- LATITANTI RICERCATI WANTED
- ARRESTO DEL BOSS Giuseppe Coluccio - Patrizio Bosti
- liliumjoker
- liliumjoker VIDEO DI MAFIA OPERAZIONI ANTIMAFIA II
- liliumjoker ARCHIVIO VIDEO DI MAFIA OPERAZIONI ANTIMAFIA
- "BESTIA" SANTANGELESE
- Camorra, confermati gli ergastoli ai Casalesi
- Crotone, nuovo agguato mortale. Stazionaria la bimba in coma
- Bari, XIII Giornata in memoria delle vittime di Mafia: ''Siamo 100.000''
- Liliumjoker : “Googlegrams”
- LATITANTI RICERCATI
- MAFIA: AGGUATO A PARTINICO, DUE MORTI E UN FERITO
- AGRIGENTO Un anno di cronaca 2007 III Parte
- LILIUMJOKER
- ARRESTO DEI LO PICCOLO
- OPERAZIONE MARNA Denunce antiracket, 11 fermi
- Talpe alla Dda: chiesti 8 anni per Cuffaro - Il processo alle talpe della Dda continua
- Garlasco come Sant’Angelo Muxaro……..uguali e identici
- FOTO DEI LATITANTI DI MASSIMA PERICOLOSITA'
- PROCESSO SICANIA PRIME CONDANNE
- OPERAZIONE SICANIA 2 Operazione antimafia ad Agrigento
- Palermo: operazione antimafia.

Amici

Statistiche